Cambiamenti climatici e processi migratori

26. Maggio

Il ruolo dell’ambiente nelle dinamiche di spostamento forzato

Il fenomeno delle migrazioni ambientali rappresenta tutt’oggi un argomento di profonda problematicità. Con il termine “migranti ambientali” (Environmental refugees) si fa comunemente riferimento a quelle persone che fuggono dal proprio “habitat” a causa della perdita totale o parziale delle proprie terre provocata da disastri ambientali che insorgono improvvisamente o che hanno insorgenza lenta.

A fuggire, tuttavia, non ci sono solo uomini e donne. Ci sono anche animali e piante, le cui capacità di reazione sono estremamente ridotte.

Disastri ambientali, quali terremoti, tsunami, eruzioni vulcaniche, o ancora pandemie per essere attuali, sono provocati prevalemente da cambiamento climatici, i cui effetti, spesso latenti sul nascere, possono avere conseguenze disastrose per impatto sociale, incidenza sulla biodiversità, ma anche sulla capacità gestionale di molti Paesi coinvolti.

Mediante una breve casistica, cercheremo come la Comunità Internazionale si stia occupando del fenomeno e proveremo a chiederci quanto da vicino questa problematica possa o debba interessarci oggi.

 

Isidoro De Bortoli é Giurista ambientale e Project Manager all’Istituto per lo sviluppo regionale presso Eurac Research, dove si occupa di progetti europei in ambito ambientale.

Qui potete trovare ulteriori articoli

14. Aprile
In un battito d’ali: trasformazioni ambientali e crisi della biodiversità negli ecosistemi montani di bassa quota
16. Marzo
Visita virtuale alla mostra sulla Luna

Non mancare ai nostri prossimi eventi!

Se desideri, ti mandiamo una volta al mese una nostra newsletter. Iscriviti subito!