Il Museo di Scienze Naturali per tutte e tutti

16. Marzo

Realizzati nuovi video in lingua facile

Le persone con difficoltà di apprendimento e disabilità cognitive, con disabilità sensoriali, limitate capacità linguistiche o di lettura ora possono comprendere meglio i contenuti di una parte del Museo di Scienze Naturali, grazie a diversi nuovi brevi video in lingua facile, visibili durante la visita al museo e anche online.

 

“In alta montagna vivono pochissimi animali. Uno di questi è il gracchio. I gracchi sono uccelli molto furbi e sanno che dove ci sono le persone c’è sempre da mangiare. Per questo noi vediamo spesso i gracchi quando camminiamo in montagna”. Inizia così uno dei sei brevi video in lingua italiana e tedesca, realizzati dal Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige in collaborazione con OKAY – Ufficio per la lingua facile dell’associazione Lebenshilfe e l’Ufficio provinciale Film e Media. I video possono essere visti grazie a dei QR Code al secondo piano del museo e anche online.

 

Si tratta di video in cui, usando la lingua facile, Giulia Rasola e Margit Schweigkofler del Museo di Scienze Naturali, con l’aiuto di Kevin Kofler, Klaus Kienzl, Robert Mumelter, Luca Ferretti e Alessandro Cappelletti, presentano alcune aree del secondo piano della mostra permanente sugli habitat in Alto Adige. Lo fanno usando parole semplici e frasi brevi, evitando termini tecnici e spiegando concetti difficili. “Il nostro obiettivo era quello di rendere la nostra mostra più accessibile alle persone con difficoltà di apprendimento”, spiega il direttore David Gruber, “e dopo una lunga riflessione abbiamo deciso di presentarla in formato video disponibile su YouTube, uno strumento che le persone con difficoltà di apprendimento riescono a gestire facilmente.”

 

I video offrono informazioni da vedere ed ascoltare, accompagnate da sottotitoli. “È un bell’esempio di comunicazione senza barriere, di cui abbiamo bisogno in tutti i settori della comunicazione”, sottolinea Helga Mock, coordinatrice dell’Ufficio OKAY nell’associazione Lebenshilfe, “perché solo se le persone capiscono le informazioni possono partecipare realmente – questo vale sia nella compilazione di un modulo che per la visita di un museo”. La lingua facile si rivolge a persone con disabilità cognitive o sensoriali, ad esempio a chi ha difficoltà di apprendimento, a persone con scarse abilità linguistiche, ad esempio a chi ha un background di migrazione, o a persone che hanno una bassa capacità di lettura a causa di una malattia, come la demenza.

 

“In futuro, il Museo di Scienze Naturali sarà sempre più impegnato nello sviluppo sostenibile della nostra società e, ovunque avrà l’opportunità di farlo, contribuirà all’attuazione dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile fissati dall’ONU. Tra questi c’è la “Buona educazione per tutti”, cioè un’educazione equa, di alta qualità e inclusiva, e siamo quindi lieti di poter dare un piccolo contributo a questo con i nostri video”, dice Gruber.

 

Scopri i video

I video possono essere visti ai seguenti link: https://www.natura.museum/it/videos/lingua-facile/ (in lingua italiana) e https://www.natura.museum/de/videos/leichte-sprache/ (in lingua tedesca).

Qui potete trovare ulteriori articoli

1. Giugno
L’innocenza della zanzara
8. Giugno
Gli uccelli e cosa ci raccontano degli ecosistemi

Non mancare ai nostri prossimi eventi!

Se desideri, ti mandiamo una volta al mese una nostra newsletter. Iscriviti subito!