Il museo è aperto anche il lunedì di pasqua (1 aprile 2024)!

Scopri le nostre offerte da casa tua!

leggi di più leggi di meno

Il sogno di Leonardo

Leonardo da Vinci non è solo la Mona Lisa. Le sue progettazioni tecniche e meccaniche , tra cui le macchine volanti, sono altrettanto affascinanti. Infatti, Leonardo ha dedicato una gran parte della sua vita alla realizzazione del volo umano, un sogno però fallito.
Leonardo da Vinci ormai è diventato un mito. Era veramente il genio per il quale oggi è conosciuto? Lo scopriremo insieme a Edoardo Zanon che dedica una gran parte del suo lavoro a scoprire i misteri che ci ha lasciato Leonardo da Vinci. È socio fondatore di Leonardo3, un centro di ricerca che ha allestito la mostra temporanea qui a Bolzano.

 

Dal 7 dicembre 2021 al 6 marzo del 2022 il Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige ha ospitato la mostra “Le macchine di Leonardo”.

 

Podcast coordinato da Greta Maurer, tirocinante universitaria
Giulia Rasola in un’intervista con Edoardo Zanon.

 

Musica:
Knights of Camelot by TommyMutiu (Pixabay)

Sound Effects
Sunny day outside Dia soleado exterior by yosoyhache (Pixabay)
Panting by SoundsForHim (Pixabay)
Bike click by fredelisle (Pixabay)
Wing Flap 1 by stubb (Pixabay)
Short Crowd Cheer by Cheerqubodup (Pixabay)

leggi di più leggi di meno

Lupi e i media

Mauro Fattor, giornalista e caporedattore dei quotidiani Alto Adige e Trentino, analizza le reazioni nella società e nei media sul tema “Il ritorno del lupo nelle Alpi.”

leggi di più leggi di meno

Stadtökologie und “Őko-Stadt”

Vom Studiengebiet zum Zukunftsmodell

 

Thomas Wilhalm ist Konservator für Botanik am Naturmuseum Südtirol. Er erklärt das Konzept der Biodiversität auf mehreren Ebenen: In der Stadt sind einige hochdynamische Lebensräume vorhanden, die Tieren und Pflanzen sekundäre Lebensräume bieten. Durch verschiedene menschliche Tätigkeiten gelangen Tiere und Pflanzen in die Stadt. Für manche Arten wie Haussperling ist die Nähe zu Menschen Teil der Überlebensstrategie geworden. Aus Gärten und anderen Pflanzungen wildern manche Pflanzen aus und bauen ohne menschliche Beihilfe neue Populationen weit vom Ursprungsgebiet auf.

leggi di più leggi di meno

La fine rete in cui viviamo

Il biologo Osvaldo Negra sulla biodiversità urbana

 

Osvaldo Negra introduce alla biodiversità urbana, focalizzando con esempi sulle specie e su aspetti che troviamo a Trento e a Bolzano. Con grande disinvoltura spiega il concetto della biodiversità urbana e le dinamiche, ricordandoci che noi umani si sentiamo i padroni delle nostre città, in realtà condividiamo questi spazi con tantissime altre specie. Osvaldo Negra presenta il volume Biodiversità urbana del Trentino Alto Adige, Piante e funghi, a cui ha collaborato, uscito in marzo 2020, a causa dell’emergenza Covid-19 non ancora presentato pubblicamente.

 

Osvaldo Negra è laureato in Biologia, dottorato di ricerca all’Istituto Nazionale di Fauna Selvatica. Lavora come mediatore culturale per la biodiversità al MUSE, Museo di Scienze, Trento, cura mostre e pubblicazioni. Delegato di WWF Trentino-Alto Adige e membro della Società di scienze naturali del Trentino.

leggi di più leggi di meno

50 Jahre Mondlandung

In quest’episodio abbiamo parlato con David Gruber, il direttore del museo di scienze naturali Alto Adige. Abbiamo parlato dello sbarco sulla luna cinquant’anni fa. Questo evento storico ci ha dato molto da parlare. Dall’attuale mostra nel museo ad alcune teorie di cospirazione fino all’astronave stessa: ci sono molte cose interessanti. Inoltre abbiamo avuto la possibilità di scoprire molto sulla professione del direttore di un museo.

 

In dieser Folge sprechen wir mit dem Direktor des Naturmuseums Südtirol über die Mondlandung. Dieses historische Ereignis sorgt auch bei uns für viel Gesprächsstoff. Von der derzeitigen Ausstellung im Museum, über Verschwörungstheorien bis hin zum Raumschiff selbst: Für jeden ist etwas dabei. Außerdem durften wir einen Einblick in den Beruf als Museumsdirektor bekommen.

leggi di più leggi di meno

Über die Etruskerspitzmaus, den Blindmaulwurf und andere kleine Säugetiere

In dieser Folge sprechen wir mit der Zoologin Eva Ladurner über ihre Forschungsarbeit im Naturmuseum. Eva studiert kleinere Säugetiere, insbesondere Mäuse und Fledermäuse und ist zurzeit auf der Suche nach drei ganz speziellen Arten in Südtirol.

 

Bild: Etruskerspitzmaus, Urheber: Trebol-a, https://de.wikipedia.org/wiki/Datei:Suncus_etruscus.jpg

leggi di più leggi di meno

Ein Blick in die Erdvergangenheit

Evelyn Kustatscher und Hendrik Nowak im Gespräch

 

Bei unserer dritten Folge sprechen wir mit den beiden Paläontologen Evelyn Kustatscher und Hendrik Nowak über ihren Beruf und ihre Forschungsarbeit über das Massensterben vor 252 Millionen Jahren.

 

Bildrechte: José-Luis Olivares/MIT

leggi di più leggi di meno

A caccia di meduse e molluschi nei Laghi di Monticolo

Nel secondo episodio del nostro podcast abbiamo scoperto che nei Laghi di Monticolo vivono molluschi e meduse!! Ne abbiamo parlato con l’esperto del museo Massimo Morpurgo, ottenendo molte informazioni su queste specie e sul progetto di ricerca dI cui lo stesso Morpurgo se ne occupa.

 

Foto: Andrea Falcomatà

leggi di più leggi di meno

Das ehemalige Amtshaus in Bozen

In unserer ersten Folge sprechen wir zusammen mit Kuratorin Johanna Platzgummer über die derzeit laufende Ausstellung im Naturmuseum Südtirol. Es handelt sich dabei um eine temporäre Ausstellung über das im 15. Jahrhundert von Kaiser Maximilian I. erbaute Amtshaus, in welchem sich heute das Naturmuseum Bozen befindet.

 

Nel nostro primo episodio parliamo con Johanna Platzgummer, la curatrice dell’attuale mostra temporanea „La Casa Principesca“. Un omaggio al 500° anniversario della morte di Massimiliano I d’Austria, che fece costruire la casa principesca, oggi sede del Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige.

leggi di più leggi di meno

Non mancare ai nostri prossimi eventi!

Se desideri, ti mandiamo una volta al mese una nostra newsletter. Iscriviti subito!
Si è verificato un errore durante l'invio del messaggio. Si prega di riprovare più tardi.
Grazie per il suo messaggio. È stato inviato.